Mercoledì 07 Dicembre 2016

Fotovoltaico e Domotica - Il risparmio del futuro

Domotica e fotovoltaico sono un abbinamento perfetto, che consente di massimizzare il rendimento dell’impianto fotovoltaico e minimizzare i costi di approvigionamento elettrico di una abitazione ottenendo in tal modo dei notevoli risparmi.

Infatti la domotica, ovvero lo sfruttamento intelligente dei vari apparati presenti in un edificio, permette di automatizzare i processi che governano l’accesione degli elettodomestici in una abitazione. Questo significa che, una volta effettuata la programmazione del sistema domotico, non dovremo preoccuparci di avviare i singoli elettrodomestici: ci penserà l’impianto stesso. In una casa priva di impianto fotovoltaico, la domotica costituisce un elemento di comfort poiché libera coloro che vi abitano dalla necessità, per esempio, di avviare la lavatrice o la lavastoviglie. Basterà caricare l’elettrodomestico e alla ora programmata - ad esempio nella notte per coloro che possiedono un contratto di approvigionamento elettrico a fascia bioraria - si avvieranno in automatico. In una casa con impianto fotovoltaico, invece, la domotica permette di risparmiare notevomente sul consumo elettrico. Pensiamo infatti che generalmente attiviamo gli elettrodomestici in modo indipendente rispetto alla produzione dell’impianto fotovoltaico, in questo modo non fruttiamo mai al massimo - se non per effetto di pura casualità - l’energia elettrica prodotta. Infatti per massimizzare il consumo diretto di energia elettrica pulita prodotta dal nostro impianto fotovoltaico dovremmo controllare, a intervalli costanti, la produzione dei moduli fotovoltaici, calcolare il consumo di ciascun elettrodomestico e decidere quali e quanti attivarne in base alla tensione che possediamo. Ovviamente difficilimente qualcuno può permettersi di rimanere tutto il giorno a monitorare la produzione del proprio impianto né rimanere a disposizione dell’impianto per attivare gli elettrodomestici all’occorrenza. In questo interviene la domotica, grazie alla quale possiamo automatizzare tutti questi processi. Potremo dunque andare a lavorare o uscire a fare shopping senza dover preoccuparci dell’impianto fotovoltaico, sicuri che il sistema domotico che possediamo nella nostra abitazione attiverà gli elettrodomestici all’occorrenza. Ovviamente il sole non è una fonte energetica costante, è sufficiente il passaggio di una nube per ridurre la produzione di energia elettrica: abbinado delle batterie potremo però sopperire a momentanei cali di produzione dell’impianto fotovoltaico. Certo si potrebbe opinare che a questo punto neppure serve la domotica poiché le batterie possono fornirci energia elettrica solare immagazzinata sempre. Questo di per sé è vero, ma va detto che nel caricare la batteria, come poi nell’utilizzare l’energia in essa contenuta trasformandola in tensione adeguata al funzionamento degli elettrodomestici esiste una certa percentuale di perdita di potenza. Per questo la domotica, gestita in maniera intelligente e simbiotica con sistemi di immagazzinamento dell’energia elettrica, costituisce la soluzione perfetta per massimizzare il consumo immediato dell’energia elettrica verde prodotta dall’impianto fotovoltaico massimizzando anche il risparmio in bolletta energetica.  

Questo articolo è stato scritto da PVCompare.net

Share
 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per funzionamento e analisi del sito stesso. Continuando la navigazione accetti l’uso di tali cookie. Per maggiori informazioni leggi la Privacy Policy.